Behind the scenes: The Revenant

Behind the scenes: The Revenant

The Revenant (redivivo) è un film del 2015, basato in parte sul romanzo “Revenant – La storia vera di Hugh Glass e della sua vendetta” (2002), che racconta, appunto, la storia del cacciatore Hugh Glass. Durante una missione in Missouri fu attaccato da un orso grizzly e i suoi compagni, credendolo spacciato, lo abbandonarono. Nonostante questo, riuscì a sopravvivere. La leggenda, infatti, narra che dopo essersi ripreso abbia vagato per 320 km prima di tornare da i suoi compagni. La trama del film si basa, fondamentalmente, su questa vicenda.

Revenant, come molti sanno, è pluripremiato: 3 Golden Globe su 4 nomination, 5 premi BAFTA su 9 nomination e 3 Premi Oscar su 12 candidature ottenute. È il film con cui Leonardo Di Caprio ottiene, finalmente, l’Oscar come attore protagonista. Eppure, Di Caprio non è stata la prima scelta. C’è chi dice che doveva essere Christian Bale, chi dice Samuel L. Jackson. Insomma, menomale che alla fine hanno preso Leo. La regia, invece, fu lasciata nelle mani di Alejandro González Iñárritu. Durante il processo creativo sorsero non pochi dubbi sulle capacità di Iñárritu di filmare alcune sequenze. Quest’ultimo, imperterrito era convinto di poterci riuscire. E infatti.

Perché l’Oscar a Leo?

Leonardo Di Caprio riesce a trasmettere ogni singola espressione e emozione di dolore, di sofferenza, per le ferite e il freddo estremo, per il desiderio di vendetta che lo accompagna. Probabilmente però, il punto più alto lo raggiunge quando, seppur vegetariano convinto, prende la decisione di azzannare del fegato vero, crudo. Perché ? Beh, la risposta è tutta nel risultato. Voleva che quella scena fosse più vera possibile, ci è riuscito. La professionalità e semplicemente la bravura dell’attore si vede anche nelle piccole cose. La sveglia in piena notte per poter applicare un trucco che prevedeva 3-4 ore di lavoro, la disponibilità a lavorare con temperature estreme seppur febbricitante (si dice che nei suoni di tosse presenti nel film ci sia ben poco di recitato, pare fosse bronchite al cento per), e molti altri aneddoti.

Così nasce “The Revenant”. Una storia di vendetta, la storia di un uomo taciturno e solitario, la storia di un uomo immerso in un mondo che è stato tutto tranne che giusto. Di Caprio, immerso nella natura canadese – dove si sono svolte le riprese – ci porta con lui, nella ingiusta vita di Glass. La sua interpretazione è pressoché impeccabile, se non fondamentale. Fondamentale per creare quell’atmosfera, per far vivere quell’esperienza e far provare quelle sensazioni che si possono comprendere solo guardando Il film, vivendo il film.

Insomma, l’Oscar vinto non sembrerebbe essere un premio di consolazione per le delusioni passate, non renderebbe giustizia all’estrema performance dell’attore.

Non solo Leo

Certamente Revenant non è solo Di Caprio e orso grizzly. Revenant abbraccia molti temi, ha le capacità per far riflettere veramente, anche in termini attuali. Tra gli argomenti che più saltano all’occhio, la natura. I cacciatori occidentali hanno completamente perso quell’ammirazione e rispetto per il mondo incontaminato, proprio invece delle popolazioni native. Oppure, la classica figura del “cattivo”, Fitzgerald, che incarna tutti quei valori che appartengono a una società egoista e arrogante, la stessa che ha compiuto lo sterminio del popolo indiano. Una società che prima distrugge ciò che ha e poi cerca di ritornare a quello che ha ormai distrutto.

Revenant è profondo, è un’esperienza a 360 gradi. Qualcosa che si può capire veramente solo guardando il film. Potrei continuare per pagine e pagine a scrivere ciò che Revenant e Glass rappresentano, o i significati che nasconde ma se sei arrivato a questo punto dell’articolo non mi resta che dire un’ultima cosa. Se non l’hai visto, veditelo. Sta su Netflix.

Ci scusiamo per il disagio.

Alice Ceccarelli

Alice Ceccarelli

2 pensieri su “Behind the scenes: The Revenant

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *