Fuori dal mondo

Fuori dal mondo

Da questo mondo sempre più connesso e collegato se ne può uscire?

Ormai viviamo in una realtà liquida, come dice Baumann, una realtà in cui tutto esiste e non, si è perso il valore delle cose concrete e siamo immersi nella liquidità. Liquidità composta da consumismo e post-modernismo. E’ possibile scappare da questo mondo? ragioniamoci insieme, consapevoli che tutti i passi avanti non per forza sono negativi, ma certamente un tempo stare da soli e saper convivere con la propria solitudine era più facile. Usciamo dal mondo in senso pratico, cancelliamo i social e viviamo come una volta. Tutto sembrerà assurdo, quindi analizziamo le novità del nostro mondo una per una.

I social media

I social sono da sempre oggetto di scherno e discussione. Se li utilizzi frequentemente fai necessariamente parte del gregge, se non li hai, sei necessariamente un hipster. In primis ognuno fa ciò che vuole. In secondo luogo cerchiamo di analizzare la questione.

I social ci impongono uno stile di vita, voler mostrare la nostra vita migliore di quello che è, fa parte di questa imposizione. Si può ragionare a lungo sul perché di questo, innanzitutto il malessere stanca, che sia su un social o nella vita vera, fateci caso. Secondo poi quasi tutti noi seguiamo modelli o modelle che ci mostrano prodotti che di conseguenza vogliamo, capi di abbigliamento, tatuaggi e via dicendo. Parliamo quindi del consumismo sfrenato.

Il consumismo

Ormai si consuma qualsiasi cosa, dall’ossigeno, alle risorse, ai beni. Un tempo si desiderava ardentemente qualcosa prima di averla, oggi basta accedere ad amazon (se prime tanto meglio) e la si può avere. Questo atteggiamento fa sì che ovviamente come la cosa la si vuole con estrema fretta, ci si stanchi di essa con la stessa.

Desiderare qualcosa, avere rispetto delle risorse e del nostro mondo ci può portare ad una grande libertà e appunto a sembrare un ragazzo fuori dal mondo.

Un ragazzo fuori dal mondo (dal nostro)

Un ragazzo fuori dal nostro mondo per scelta, non è necessariamente uno ”sfigato” ma un qualcuno che scegliendo, ha rotto certo schemi. Non si parla di non avere più instagram e non comprare più nike, si parla di schemi a livello mentale. Puoi avere i social e vestire alla moda, ma puoi allo stesso tempo fregartene degli schemi che ti stanno imponendo.

UN RAGAZZO FUORI DAL MONDO.

Ci scusiamo per il disagio.

Riccardo Meddi

Riccardo Meddi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *