Un calciomercato da sogno?

Un calciomercato da sogno?

Solitamente, essendo a fine agosto, dovremmo già tirare le somme del calciomercato, invece per le situazioni note a tutti noi, siamo appena all’inizio.

Per noi laziali il calciomercato è ormai da anni a questa parte un punto dolente, anche se mai come i 3 anni dell’era Lotito in cui ci siamo qualificati in champions, abbiamo sperato in qualcosa in più, un quid che ci facesse fare il salto in avanti definitivo.

Le prime due annate in champions

La prima annata fu quella del 2006-2007, una champions conquistata in modo insperato e incredibile. Quell’estate il presidente ci regalò il grande e irreprensibile Vignaroli. Con tutto il bene, non sapevo giocasse anche a pallone. La corsa in champions non andò neanche così male, ricordo un meraviglioso 2-2 allo stadio olimpico, contro i galattici del Real Madrid. Venimmo comunque eliminati al primo turno dei gironi.

La seconda annata fu quella del 2014-2015, conquistata stavolta la qualificazione dopo anni e anni di speranze vane per i playoff della champions leaugue, dopo un secondo posto sfumato all’ultimo contro i rivali di sempre della Roma. In quell’estate di belle speranze arrivò un giovane di altrettante belle speranze, ovvero Milinkovic. Giocatore ormai affermato, all’epoca proveniendo dal campionato belga, ancora acerbo. In quell’occasione ci fermammo ai playoff dopo un bruttissimo 3-0 subito al ritorno dal Leverkusen.

Un sogno di mezza estate

Finalmente in champions di nuovo e stavolta si parte col botto, il nome caldo, anzi caldissimo è quello di David Silva, si proprio lui. Lui come i vari Ylmaz, e altri decine di nomi caldi intenti a venire alla Lazio. Mancava solo la firma e infatti ha firmato ma per la squadra spagnola della Real sociedad.

Non sapremo come andrà a finire questa ennesima estate pre-champions, i nomi caldi sono tanti, basti vedere Muriqi, Fares e Pepe Reina. Speriamo anche arrivi quel giocatore da sogno, per far sognare noi tifosi in primis e poi per darci quel famoso quid in più. Il benedetto/maledetto salto di qualità.

Ci scusiamo per il disagio.

Riccardo Meddi

Riccardo Meddi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *